Centrale Enel, il caldo fa scattare l’allerta anti black out

07 Luglio 2017

Anche alla centrale Enel di Castelsangiovanni è scattata la pre-allerta in vista della maggiore richiesta di energia che con l’ondata di caldo attesa nel fine settimana la rete nazionale dovrà sopportare.

I quattro gruppi energetici, di cui uno attualmente operativo, sono pronti ad entrare tutti in funzione. Per farlo, occorre però acqua dal fiume Po, che la centrale preleva, poi restituisce ad una temperatura leggermente maggiore e che serve a raffreddare l’impianto.

Dato il periodo di forte siccità, non è escluso che i tecnici facciano ricorso ai booster, pompe aggiuntive in grado di entrare in azione in caso il livello delle acque scenda sotto una determinata soglia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà