Prevenzione obbligatoria

Vaccini: 6.500 bambini idonei, Ausl invia 300 lettere alle famiglie

2 settembre 2017

Scadrà domenica 10 settembre il termine per la presentazione dell’autocertificazione o della eventuale documentazione che attesti lo stato vaccinale dei figli che vanno all’asilo nido o alla scuola materna e per i quali la vaccinazione è diventata un obbligo di legge.
Considerata la ristrettezza dei tempi, la Regione ha disposto che la documentazione sia inviata direttamente dalle Ausl alle famiglie, cosa che l’azienda sanitaria locale ha già provveduto a fare: “Stiamo lavorando prevalentemente sulla fascia di età da 0 ai 6 anni – ha affermato la dottoressa Cristina Barella, referente Ausl – concentrandoci quindi sui bambini che, secondo le indicazioni della normativa, vedrebbero precluso il proprio accesso alla scuola dell’infanzia se non in regola con il calendario vaccinale vigente”.

“Per quanto riguarda invece la fascia da 0 a 3 anni – prosegue la dottoressa – stiamo seguendo le indicazioni della Regione, inviando a casa dei genitori un attestato di idoneità al vaccino per i bambini che sono in regola, mentre per quelli che non dovessero risultare idonei ai controlli arriverà una lettera di invito con il primo appuntamento. Con questo foglio i genitori potranno presentarsi alla scuola materna e il bambino avrà quindi diritto alla frequenza, in attesa del vaccino”. Al momento sono 6.500 i bambini vaccinati mentre l’azienda invierà 300 lettere alle famiglie che devono mettersi in regola.

data-lightbox="liberta " href="https://www.liberta.it/wp-content/uploads/2017/09/vaccini.jpg"

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE