Fondi in ritardo e criteri penalizzanti. Sindaci scrivono alla Regione

11 Maggio 2018

Un bilancio consuntivo che chiude in pareggio con pesanti criticità sul fronte degli investimenti per il mancato arrivo dei fondi previsti. E’ questo in sintesi il quadro della sanità piacentina presentato questa mattina, 11 maggio, dal direttore generale dell’Ausl Luca Baldino ai sindaci della Conferenza socio-sanitaria in Provincia. La principale criticità per l’azienda è l’impossibilità a sostenere gli investimenti che erano stati annunciati: la previsione del 2017 riguardava un pacchetto di azioni necessarie per 14 milioni e mezzo di euro ma quelle che sono state realizzate sfiorano soltanto i 9 milioni di euro. “I finanziamenti su cui credevamo di poter contare sono stati “congelati” e sbloccati solo recentemente” – ha spiegato Baldino.

Il dibattito dei sindaci è previsto il 21 maggio intanto i primi cittadini hanno annunciato che presenteranno un documento unitario da inviare in regione per chiedere la revisione dei parametri della spesa pro capite in quanto i nuovi criteri per il costo della sanità “penalizzano la nostra città”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà