Sparò a un ragazzo ad Alseno e fuggì: Alket Bafti arrestato in Germania dopo oltre un anno di latitanza

06 Luglio 2018

E’ stato arrestato dai carabinieri di Piacenza dopo oltre un anno di latitanza Alket Bafti, l’albanese fuggito da Alseno dopo aver sparato a un ragazzo il 16 aprile 2017.
Si tratta del risultato di un’attività investigativa che ha coinvolto Italia, Albania e Germania.
Ora si trova nel carcere tedesco di Lingen, in Bassa Sassonia, perché aveva una condanna da scontare per furto, quindi occorre attendere per l’estradizione.

Dopo la fuga da Alseno, Bafti aveva dormito a Piacenza e Carpaneto, in quest’ultimo paese si è separato dalla ragazza che era con lui la sera della sparatoria ed era sfuggito alla cattura per un soffio. I carabinieri infatti avevano effettuato un blitz ma lui era appena fuggito.
Poi era andato in Umbria in treno e da lì si era spostato in Albania, in zona Durazzo dove ha cambiato nome più volte. I carabinieri lo hanno ritrovato in Germania, dove probabilmente si era spostato intorno all’ottobre dell’anno scorso per commette alcuni furti, durante i quali sono state rilevate le sue impronte digitali che hanno consentito di arrivare all’arresto.
I carabinieri di Piacenza avevano interessato l’Interpol perché l’Albania non fa parte dell’Unione Europea. In Germania è stato condannato a due anni e cinque mesi (non ancora definitiva) per i furti commessi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà