Soldi da vendita azioni Iren

La giunta Barbieri: “Nessun aumento dell’addizionale Irpef 2019”

14 dicembre 2018

Nessun aumento dell’addizionale Irpef per il 2019. Lo ha annunciato la giunta comunale di Piacenza. Una scelta che produrrà un mancato introito per le casse di 2 milioni e 600mila euro che verrà compensato dal piano di alienazioni dei beni comunali e dalla vendita delle quote Iren. Il Comune ne detiene 5 milioni e mezzo e valuterà quante venderne.
Verranno ricavati anche i soldi necessari per la manutenzione delle strade. Sarebbero 205 quelle “lasciate andare” dalla precedente amministrazione, secondo l’assessore Marco Tassi.
“Il portafoglio dei cittadini non si tocca”, ha dunque rivendicato il sindaco Patrizia Barbieri, anche se in campagna elettorale si era ventilata l’ipotesi di abbassarla. Ma l’assessore al bilancio Paolo Passoni ha messo in evidenza come altri comuni abbiano scelto di alzarla. Invece per tutto il prossimo anno niente tasse in più per i piacentini. Nel 2020 si vedrà, anche in base alle scelte del Governo.
Per fare un esempio concreto: su uno stipendio di 1.200 euro l’aumento sarebbe stato di 45 euro all’anno.

L’incontro con la giunta è stato l’occasione anche per fare il punto su altre questioni: per quanto riguarda l’ospedale entro fine gennaio arriverà il progetto di pre-fattibilità dell’Ausl sul quale verrà fatto il bando per individuare l’area.
Novità in vista anche per la metropolitana leggera: solo il progetto di fattibilità ha un costo di 200mila euro, mentre quello stimato dell’opera dipende dalla tratta e va da 10 a 20 milioni di euro da inserire nel pianto di mobilità sostenibile che i tecnici stanno redigendo anche attraverso i questionari on line rivolti ai cittadini. Il sindaco ha lanciato un appello e chiesto la massima collaborazione di tutti.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE