"Presa a testate"

A 20 anni perseguitata dall’ex fidanzato: lo denuncia e lo fa arrestare

21 gennaio 2019

 

La vita di una ragazza di 20 anni si era trasformata in un incubo dopo aver lasciato il fidanzato, fino a quando, impaurita, ma determinata, ha deciso di denunciare il suo aguzzino. I Carabinieri della Stazione di Piacenza Principale, nel primo pomeriggio di sabato, hanno così arrestato un giovane 27enne fiorenzuolano per atti persecutori nei confronti della ex compagna.

Nel settembre scorso la ragazza si era presentata ai carabinieri raccontando di aver intrattenuto una relazione sentimentale tra agosto 2017 e febbraio 2018. L’uomo che frequentava si era subito mostrato molto geloso e possessivo nei suoi confronti, manifestava improvvisi sbalzi di umore, alternando momenti di felicità a fasi di irascibilità incontrollata. La giovane ha raccontato che l’ex compagno l’aveva spinta, strattonata e presa per i capelli in diverse occasioni. La 20enne si era allora confidata con due amiche del cuore e con la sorella. A febbraio dello scorso anno, dopo l’ennesima scenata di gelosia, nel corso della quale ha raccontato di essere stata colpita con una testata e di essere stata costretta a rimanere chiusa in automobile, ha deciso di lasciarlo.

Il giovane fiorenzuolano però, non rassegnatosi alla fine della loro relazione e alla possibilità che la sua ex ragazza potesse frequentare altri ragazzi o comunque avere una vita non sottoposta al suo controllo, ha iniziato a insultarla e minacciarla continuamente, arrivando anche a percuoterla e presentandosi sotto casa, pedinandola negli spostamenti, fino addirittura a presentarsi nei luoghi dove si trovava con altri amici. Ha iniziato a controllare le frequentazioni, contattando tutti i ragazzi con cui si frequentava diffidandoli dall’incontrarla. Utilizzava ogni mezzo telematico per avvicinarsi a parenti ed amici della ex al fine di avere informazioni sul suo conto. Ma soprattutto ha iniziato a chiamarla migliaia di volte e a inviarle numerosissimi messaggi anche con utenze sconosciute.

Il Giudice del Tribunale di Piacenza ha emesso a carico dello stalker l’ordinanza della misura cautelare degli arresti domiciliari, con divieto di allontanarsi dalla propria residenza e con l’espresso divieto di  comunicare con il telefono, con la posta, con qualsiasi mezzo telematico o informatico con la sua ex ragazza. Le forze dell’ordine invitano tutte le donne vittime di violenza, a denunciare le persecuzioni subite.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE