Senegalese da record: tre arresti in tre settimane in via Torricella

02 Giugno 2019

Tre arresti in pochi giorni per un 26enne senegalese, arrestato tre settimane fa in via Torricella mentre vendeva poco meno di un grammo di hashish e sottoposto agli arresti domiciliari si è di nuovo fatto trovare in via Torricella. Ad arrestarlo i carabinieri della stazione Levante, gli stessi che lo avevano arrestato l’altra volta. “Sono andato a comprare le medicine per mio papà che è infermo” si è giustificato il senegalese: in effetti, aveva una borsa con sé ma all’interno c’erano solo lattine di birra. Il giudice Sonia Caravelli ieri ha convalidato l’arresto dei carabinieri e rimesso ai domiciliari lo straniero in attesa del processo per evasione.

Una ventina di giorni fa il primo arresto: con lui era finito in manette anche un gambiano (presunto complice), mentre il compratore egiziano era stato segnalato. In quell’occasione fu sottoposto a divieto di dimora ma qualche giorno dopo l’africano si è fatto trovare dai carabinieri in città, per lui è così scattato il secondo arresto e ed è stato collocato ai domiciliari presso la casa del padre a Piacenza. L’altro giorno di nuovo pizzicato in via Torricella e così  è scattato il terzo arresto.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà