24 e 26 luglio

Sciopero dei trasporti a fine luglio, la Cisl: “Lavoratori penalizzati”

28 giugno 2019

Mattinata piacentina per i segretari nazionale e regionale del sindacato trasporti della Cisl, per parlare dello sciopero dei trasporti previsto a fine luglio. Due giorni di disagi in arrivo per chi viaggia, annunciati dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Il 24 luglio coinvolgeranno tutti i settori, dal trasporto pubblico locale alle ferrovie ad eccezione del trasporto aereo. Due giorni dopo, il 26, saranno invece saranno gli aerei a rimanere a terra.

“Un fermo generale che trova motivazione – secondo il segretario generale della Fit Cisl Salvatore Pellecchia – nel rischio che l’Italia diventi la cenerentola d’Europa dal punto di vista infrastrutturale se non si sbloccano le opere che al momento la fanno viaggiare a due velocità fra nord e sud. Un sistema, secondo i sindacati, che sta penalizzando chi lavora nel settore”.

Una situazione, quella dei trasporti su rotaia, che coinvolge molti pendolari piacentini che per studio o per lavoro vanno verso Milano o verso l’Emilia. “La Regione ha investito 750 milioni di euro negli ultimi 15 anni per l’acquisto di 96 nuovi treni” ha spiegato il segretario regionale Fit Cisl Aldo Cosenza.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE