Per le famiglie bisognose

L’Emporio Solidale ha aperto i battenti: da oggi la spesa è gratis

18 luglio 2019

Darà sostegno, non solo economico ma anche umano e psicologico, alle persone in difficoltà. L’emporio solidale di via I Maggio, da oggi, giovedì 18 luglio, ha aperto ufficialmente i battenti. Cuore della struttura sarà il supermercato a costo zero dove poter fare la spesa senza pagare nulla (basterà presentare un’apposita tessera a punti). Accanto funzioneranno sportelli di ascolto e box informativi, dove, chi chiede aiuto, può ricevere consigli e supporti per affrontare i momenti di difficoltà. I giorni di apertura sono il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00, e il mercoledì dalle 15.00 alle 17.00.

Una quarantina i volontari che si alterneranno per garantire la continuità del servizio. Auser, Caritas, Croce rossa, Comune di Piacenza e Svep le realtà coinvolte. L’emporio è stato realizzato grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, che ha stanziato quattro milioni di euro. Sette le tonnellate di cibo raccolte finora. Collette e donazioni da parte della grande distribuzione: queste le risorse che verranno messe in campo per alimentare questa grande “cittadella della solidarietà.

Per fare la spesa serve una tessera a punti che sarà consegnata alle persone quando saranno ammesse ad usufruire dei servizi. I punti vengono assegnati da una commissione che esamina le domande tenendo conto di diversi elementi come ad esempio la condizione lavorativa, la pensione, le esperienze che hanno condizionato negativamente la vita negli ultimi 3 anni (lutti, separazioni, malattie, infortuni, perdita improvvisa del lavoro). Nell’assegnazione dei punti si tiene conto anche degli aspetti economici che comunque riguardano chi ha un’Isee che non supera i 17mila euro. La tessera a punti vale per 6 mesi. E’ rinnovabile una sola volta e in casi specifici che verranno valutati di volta in volta. E’ attivo anche un numero di telefono: 0523-751952, e la e-mail: [email protected] . Sito-web www.emporiosolidalepiacenza.it .

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE