Era un ricordo affettivo

Ponte dell’Olio, si finge fisioterapista e ruba la catena d’oro a un 93enne

14 agosto 2019

Un 93enne è stato derubato della catena d’oro che portava al collo da un uomo e dal suo complice in pieno giorno, poi fuggiti a tutto gas in auto. È l’increscioso episodio che si è consumato a Ponte dell’Olio nel tardo pomeriggio di lunedì 12 agosto tra via Brizzolari e via Caduti sul lavoro. Il 93enne era seduto su una delle panchine dell’area verde, ad una decina di metri dai giochi per i bambini e a pochi passi dalla propria abitazione. Intorno alle 17 è stato avvicinato da un uomo dalla carnagione chiara, capelli neri e di età compresa tra i trenta e i quarant’anni, che si è seduto accanto a lui presentandosi come fisioterapista e cominciando a chiacchierare. Simulando poi una sorta di visita alle vertebre cervicali e cercando di guadagnare la sua fiducia, il truffatore ha iniziato a fargli delle manipolazioni al collo, sganciando la catenina senza che l’anziano potesse accorgersene. L’uomo si è quindi dileguato in auto, dove un complice lo stava aspettando.

Sul posto sono subito intervenuti vicini e familiari, ma era ormai troppo tardi.Capito l’accaduto, l’anziano sia rimasto scosso dal furto non tanto per il valore economico della catena, quanto per quello affettivo: apparteneva infatti al fratello scomparso ed erta per lui un importante ricordo.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val Nure

NOTIZIE CORRELATE