Grido di dolore

I genitori di Elisa Pomarelli: “Non spillava soldi a Massimo”

10 settembre 2019

“La nostra Elisa non spillava soldi a Sebastiani”. Aprendo una sofferta finestra nel riserbo nel quale vivono il loro dolore, i genitori della giovane uccisa a Campogrande di Carpaneto dicono stop alla descrizione di un legame motivato anche da interessi economici.

“Non è vero nulla di ciò che qualcuno vicino a lui ha detto a una tv, nostra figlia era una persona autonoma economicamente” dicono Maurizio e Maria Cristina Pomarelli.

A farli reagire, con una dichiarazione affidata a “Libertà” nello studio dei loro avvocati, sono state in particolare le parole della sorella di Sebastiani in una trasmissione su una rete Mediaset. “Parlare così di Elisa è ucciderla una seconda volta” dicono i suoi genitori.

Nel frattempo, è in programma questa mattina, martedì 10 settembre, l’interrogatorio di garanzia per Massimo Sebastiani. Sarà condotto dal gip Luca Milani.

Domani invece, prevista l’autopsia sul corpo di Elisa.

I SERVIZI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE