Davanti alla questura

Oltre 250 persone alla fiaccolata per i due poliziotti morti a Trieste

14 ottobre 2019

Sono state oltre 250 le candele alzate al cielo per non dimenticare Pierluigi Rotta e Matteo Domenego, i due poliziotti uccisi a Trieste. Lunedì 14 ottobre, dalle 19.45 in poi, davanti alla questura di Piacenza si è svolta una fiaccolata statica in ricordo dei due giovani agenti assassinati lo scorso 4 ottobre in una sparatoria avvenuta all’interno della questura di Trieste.

Le segreterie provinciali dei sindacati di polizia Siulp, Sap, Siap, Silp, Fsp ugl, Coisp e Anfp hanno organizzato un’iniziativa semplice e spontanea in onore dei due agenti deceduti. L’invito a partecipare è stato rivolto a tutti i cittadini e i colleghi. Con le autorità in prima fila (tra cui prefetto, sindaco, assessori, consiglieri regionali, parlamentari e rappresentanti delle altre forze dell’ordine) la commemorazione è stata aperta dalla recitazione di una preghiera ai caduti e dalla deposizione di corone floreali. Dopodiché, il questore di Piacenza Pietro Ostuni, visibilmente emozionato, ha commentato il tragico accaduto: “L’esempio di Pierluigi Rotta e Matteo Domenego, morti per servire il loro paese, sarà un ulteriore stimolo a dare sempre il massimo. La polizia non è un potere, ma un servizio a disposizione della gente. E regalare un sorriso ai cittadini non ha prezzo”.

Già nelle ore successive alla tremenda notizia, alcuni cittadini avevano deposto mazzi di fiori di fronte alla questura di viale Malta, dando un significato ancora più profondo a quella giornata di lutto.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE