Spinse cassiera e agenti

“Sono profugo, non pago la spesa”: gambiano patteggia 22 mesi di condanna

26 ottobre 2019

Sono un profugo, non pago“. Con questa scusa un 23enne del Gambia, il 5 luglio scorso, pretese di uscire da un supermercato di piazzale Marconi con uno yogurt, una scatoletta di tonno e una baguette.
Quando fu fermato, reagì spingendo una cassiera e gli agenti della polizia intervenuti. Fu arrestato per rapina e resistenza a pubblico ufficiale, da allora si trova in carcere.
Ieri in tribunale il giovane ha patteggiato un anno e 10 mesi davanti al giudice Sonia Caravelli.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE