La famiglia ha chiesto aiuto ai carabinieri

Dopo due mesi di telefonate e messaggi tenta di adescare una 13enne fuori scuola, arrestato in codice rosso un 21enne

29 ottobre 2019

Arrestato in codice rosso per molestie e adescamento di minori. Si tratta di un 21enne romeno che verso le 8 di sabato 26 ottobre ha cercato di adescare una 13enne davanti a una scuola media cittadina, dopo averla contattata al telefono. L’uomo si è allontanato, ma verso le 13 è tornato ad aspettarla. Ha trovato però i carabinieri del radiomobile che lo hanno arrestato. Lunedì 28 ottobre l’arresto è stato convalidato. L’accusa è di atti persecutori. Il giovane ha fatto vivere due mesi da incubo ad una minorenne che è stata oggetto di comportamenti a “dir poco ossessivi” – sostengono gli inquirenti. La vicenda è iniziata nel mese di settembre quando la minorenne ha ricevuto un messaggio sul proprio cellulare da parte del 21enne. Le aveva scritto che “era molto carina”. Considerata la differenza di età, è stato bloccato dalla ragazza. Da quel momento sarebbe iniziato l’incubo. La minorenne ha iniziato a ricevere numerosissime chiamate, anche a distanza di un minuto una dall’altra, e le poche volte che rispondeva con decisione cercava di far capire di non essere interessata a iniziare una relazione. Il giovane però ha continuato a importunare l’adolescente con continue telefonate e messaggi, anche in ore inopportune, sino a quando sabato, 26 ottobre, dopo aver telefonato alla ragazza per ben 16  volte, si è presentato davanti all’ingresso della scuola della minorenne che era insieme ad alcuni suoi compagni di classe. Il 21enne l’ha afferrata per un braccio. Per fortuna la 13enne è riuscita a divincolarsi e a scappare in classe. Alcuni compagni hanno avvisato la loro coetanea che il giovane  l’avrebbe aspettata all’uscita delle lezioni. Dell’episodio è stato avvisato il vice preside della scuola che ha allertato la madre dell’alunna, che ,insieme al suo compagno, ha atteso la figlia alla fine della scuola.

Nel frattempo la famiglia aveva chiesto aiuto ai carabinieri che si sono presentati fuori dall’istituto scolastico ed hanno identificato il ragazzo portandolo in caserma per gli accertamenti del caso.  Il 21enne romeno, pregiudicato per molestia, disturbo delle persone e adescamento di minorenni, dopo tutte le formalità di rito, è stato arrestato e portato al carcere delle Novate.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE