Dalle 16 alle 20

Vigili del fuoco in sciopero: “Salari inadeguati e organico insufficiente”

21 novembre 2019

Tutele contro gli infortuni, salari adeguati, potenziamento dell’organico. Sono solo alcuni dei punti della battaglia portata avanti da anni dai vigili del fuoco alle prese con una vertenza infinita con il Ministero. Per questo motivo i sindacati di categoria proclamano quattro giornate di sciopero generale a livello nazionale del personale. Oggi 21 novembre i vigili del fuoco (anche a Piacenza) incroceranno le braccia dalle 16 alle 20, pur mantenendo i servizi essenziali di emergenza. L’agitazione riguarda solo i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e non quelli autonomi.
E’ prevista l’astensione dai turni di lavoro anche il 2 dicembre, dalle ore 10:00 alle ore 14:00,
il 12 dicembre, dalle ore 16:00 alle 20:00, il 21 dicembre, dalle 10:00 alle 14:00. “E’ aperta la mobilitazione” – spiega Mauro Dodero, segretario Federazione sicurezza Cisl di Piacenza – perché le nostre mansioni sono tra le più rischiose e vanno svolte con organici e mezzi potenziati, tutele e un trattamento economico adeguati. Nella nostra realtà sono pochi e obsoleti i mezzi a disposizione, basse le retribuzioni e scarso il personale”.
Allo sciopero di oggi aderisce anche la Confsal.

Il Conapo, che a Piacenza rappresenta il 60% circa del personale operativo, ha convocato per martedì una manifestazione a Roma chiedendo che ai vigili del fuoco venga riconosciuto lo stesso trattamento economico e pensionistico della polizia.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE