Da inizio anno

Violenza domestica, analizzati 400 casi del pronto soccorso : 123 denunce e 18 violenze sessuali

22 novembre 2019

Quattrocento analisi di referti del pronto soccorso, dal 1° gennaio di quest’anno ad oggi, attribuibili a violenze domestiche. Di questi 123 sono sfociati in denunce per maltrattamenti e atti persecutori e 12 in ammonimenti. E poi, sempre da inizio anno, 18 casi di violenza sessuale e un femminicidio. Numeri in crescita rispetto al 2018, anche grazie alla introduzione della legge cosiddetta “codice rosso”. Sono i dati illustrati dalla Questura durante la presentazione della iniziativa nazionale “Progetto camper – Questo non è amore” organizzata dalla Polizia di Stato, che torna anche quest’anno per sensibilizzare e informare sulla violenza alle donne.

Domenica 24 novembre dalle 9 alle 19 la Questura di Piacenza allestirà uno stand informativo al centro commerciale Gotico – con il personale della squadra mobile e della divisione anticrimine, oltre agli allievi della scuola di polizia – dove le donne potranno ricevere informazioni sui mezzi di difesa, sui lori diritti, sulla normativa e sulle possibilità che la legge offre per riconoscere, tutelarsi ed eventualmente denunciare i casi di violenza. Sarà anche possibile dialogare privatamente con gli esperti per avere consigli ed eventualmente esporre i propri casi. Alle 16 saranno presenti le autorità e i referenti del Tavolo tecnico provinciale.

“Una iniziativa fruttuosa – ha spiegato Maria Pia Romita, dirigente della divisione Anticrimine della Questura di Piacenza – perché negli anni scorsi le denunce sono aumentate proprio nei giorni successivi alla iniziativa”.

Sempre domenica, nel pomeriggio alle 17.30, è previsto anche un incontro sul tema al teatro Comunale di Fiorenzuola in cui saranno ospiti la cantante d’opera Katia Ricciarelli e il questore di Piacenza, Pietro Ostuni.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE