Piacenza

Parcheggio piazza Cittadella all’esame di Anac. Oggi catena umana

30 novembre 2019

L’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) ha acceso i riflettori su piazza Cittadella e sul progetto di riqualificazione del comparto voluto dal Comune, proprio in occasione della catena umana convocata dal comitato civico  “Due Piazze – Cittadella e Casali”, per contestare il progetto di Palazzo Mercanti. Iniziativa che ha visto questa mattina, sabato 30 novembre, un largo numero di persone scendere in piazza con striscioni e messaggi rivolti al Comune.

L’Anac ha fatto sapere di avere avviato un procedimento di vigilanza sul tanto contestato doppio progetto, che prevede in piazza Cittadella la demolizione dell’ex autostazione delle corriere e la realizzazione di un parcheggio interrato e del restyling della superficie, e in piazza Casali l’abbattimento e ricostruzione del mercato rionale coperto. In concreto, al Comune e a Piacenza Parcheggi (la cordata che nel 2012 si è aggiudicata l’appalto per l’intervento in piazza Cittadella) viene chiesto “l’invio di una relazione, corredata da idonea documentazione, nella quale fornire chiarimenti in merito a una serie di criticità”.

Il dito viene puntato su una fase di progettazione che “è durata complessivamente più di sei anni a fronte di una tempistica contrattuale ben più contenuta”. Quanto alla gestione dei parcheggi, sotto esame sono “le relazioni consuntive di Apcoa Parking Italia spa, affidataria del servizio in questione, relative a tutti gli introiti percepiti dal gestore delle aree di sosta a pagamento dal 2013 ad oggi”. La giunta Barbieri è chiamata a fornire entro trenta giorni le risposte richieste dall’Anac. Una battuta d’arresto proprio quando da Palazzo Mercanti arrivavano indicazioni per una partenza dei lavori in piazza Cittadella (demolizione dell’ex autostazione delle corriere e scavo del parcheggio interrato) nei primi mesi del 2020.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE