In vista del Natale

Doni agli anziani dei centri diurni: tanti cittadini rispondono all’appello

3 dicembre 2019

Un’ondata di affetto sta travolgendo gli anziani dei centri diurni Unicoop. Dopo la letterina a Babbo Natale scritta dagli ospiti delle strutture per la terza età e pubblicata su Libertà e Liberta.it, da una settimana a questa parte molti cittadini, enti no profit, istituti scolastici e negozi si sono già fatti avanti per esaudire i desideri dei nonni e delle nonne, e far sentire loro un calore umano che – soprattutto in questo magico periodo dell’anno – fa tanto bene al cuore.

È il caso, per esempio, della classe quarta della scuola elementare di Sant’Antonio, dove le insegnanti e gli alunni hanno deciso di preparare una sorpresa agli anziani del centro diurno della Besurica: “Confezioneremo un cesto e lo porteremo nel quartiere – spiega la docente Paola Piergiorgi -, accompagnato dai disegni realizzati dai bambini”.

I sogni espressi dagli anziani di Unicoop spaziano dai maglioni alle immagini sacre, dai dolci alla volontà di incontrare un giocatore del Piacenza Calcio. Numerose persone hanno già portato i loro pacchetti nella biblioteca della Besurica in via Perfetti oppure nel centro diurno del Facsal. I regali doppi infatti verrano condivisi con i ragazzi disabili dei Centri socio riabilitativi residenziali di Unicoop.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE