Dati Antigone

Sovraffollamento carceri: “Alle Novate 510 detenuti: 115 di troppo”

9 gennaio 2020

Nel carcere di Piacenza sono detenute 510 persone anziché le 395 previste come capienza massima.
Lo denuncia l’associazione Antigone, i cui dati sono stati presentati all’incontro fra le associazioni aderenti alla Crvg, la Conferenza regionale volontariato e giustizia, che riunisce tutti quegli enti volontaristici attivi dentro e fuori gli istituti di pena regionali.
Il tasso di sovraffollamento alle Novate è quindi del 129%.

“Nelle carceri emiliano-romagnole – hanno spiegato – sussistono problemi di sovraffollamento, mancata sostituzione o assunzione di educatori con conseguente depotenziamento dell’area di intervento, incremento dei casi di autolesionismo e di disagio psichico, scarsità di servizi medici e psichiatrici, deleteria alternanza o assenza dei direttori e in taluni periodi anche dei comandanti di polizia penitenziaria”.
Secondo l’associazione Antigone, in regione quello di Ravenna è l’istituto messo peggio con 88 persone detenute invece che 49 e quindi un tasso di sovraffollamento del 179,6%, seguito da Bologna con 870 detenuti invece di 500 (174%), Ferrara con 364 detenuti invece che 244 (149%), Modena con 544 detenuti invece di 369 (147,4%), Reggio Emilia con 435 detenuti invece di 297 (146,5%), Parma con 638 invece di 456 (139,9%), Piacenza con 510 detenuti invece di 395 (129,1%), Rimini con 151 detenuti invece di 118 (128%), Forlì con 169 detenuti invece di 144 (117,4 %). L’unico carcere che ha un rapporto inverso Castelfranco Emilia con 87 reclusi su 221 posti disponibili è un’occupazione della struttura del 39%.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza