Nel 2019

Oltre 9mila punti decurtati, 212 patenti ritirate, 5.500 infrazioni accertate. E’ il bilancio della Polizia Stradale

22 gennaio 2020

Il comandante della Polizia Stradale, Angelo di Legge, ha presentato questa mattina il bilancio delle  attività dello scorso anno. Attività su infrazioni, incidenti, ma anche amministrative, di educazione e repressione.

Con 928 pattuglie di vigilanza stradale, la Polizia Stradale piacentina ha accertato 5.521 infrazioni al Codice della Strada. Ritirate 212 patenti di guida e 204 carte di circolazione; 9.320 i punti complessivamente decurtati. Gli incidenti stradali sono stati 217.in lieve calo rispetto all’anno precedente. Aumentato invece il numero delle vittime, da 2 a 5.

Quella della Polizia stradale è una attività ben più ampia, che va dai controlli per evitare le stragi del sabato sera – finalizzate al controllo sull’uso e abuso di alcolici e sostanze stupefacenti, anche con l’ausilio di personale medico – alla formazione e prevenzione nelle scuole; dai controlli sui mezzi pesanti – anche relativamente alle ore di guida e di riposo – ai servizi di bus turistici e scolastici: dai servizi di verifica assieme alla Motorizzazione civile ai controlli amministrativi presso autofficine, carrozzerie, autosaloni.

E poi le attività di polizia giudiziaria, che hanno portato all’arresto di 5 persone e al sequestro di 23 veicoli, al controllo di patenti (2 quelle false), assicurazioni e revisioni (rispettivamente 102 e 80 le sanzioni). Una parte consistente del lavoro è rivolto al controllo dei limiti di velocità (524 le persone sanzionale), delle cinture di sicurezza (627) e dell’so del cellulare alla guida (325). Cattive abitudini sulle quali il comandante Di Legge ha ribadito i rischi per l’incolumità propria e degli altri.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE