Ministro De Micheli: “Piacenza non rientra nella zona rossa, in arrivo aiuti per le imprese danneggiate”

24 Febbraio 2020

 

“Per ora Piacenza non rientra nella zona rossa perché non sono stati registrati contagi autoctoni. Tutti i casi in carico all’ospedale di Piacenza sono collegati al focolaio lodigiano” – lo ha sottolineato il ministro piacentino alle infrastrutture Paola De Micheli intervenuto stamattina, 24 febbraio, in un vertice convocato in Prefettura, a Piacenza. De Micheli invita i cittadini a rispettare le linee guida dettate dal Ministero della Salute: “Chi fosse entrato in contatto con i contagiati, anche se asintomatico, dovrebbe restare a casa in attesa di ulteriori valutazioni per evitare così il diffondersi del virus”. Il ministro ha fatto il punto anche sui danni economici che il coronavirus ha già provocato: “Il Governo provvederà nelle prossime ore a mettere in campo le risorse necessarie per proteggere aziende e lavoratori”. De Micheli ha ricordato che, nel caso la situazione peggiorasse nella nostra provincia, è tutto pronto per assumere misure più restrittive”. Ha poi rassicurato la popolazione sul centro di quarantena preventiva a San Polo di Podenzano che potrebbe essere allestito negli appartamenti militari collegati all’aeroporto di San Damiano: “Ieri abbiamo effettuato un sopralluogo e qualora si rendesse necessario il suo utilizzo occorrerebbero alcuni rapidi interventi ma sarebbe comunque il luogo più sicuro della provincia”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà