Sindaco indignato

Chi scavalca la recinzione del parco e chi fa ristorazione di nascosto

12 marzo 2020


Torna a parlare attraverso il suo profilo Facebook, il sindaco e presidente della Provincia di Piacenza, Patrizia Barbieri. Un monito molto duro quello del primo cittadino che segnala come ancora oggi non siamo state pienamente rispettate le prescrizioni imposte dai provvedimenti anti-contagio. Il sindaco, positivo al Coronavirus, preferisce invece non esprimersi sui numeri arrivati oggi relativi ai nuovi infetti.

“Carissime e carissimi buonasera. Anche oggi preferisco astenermi dal commentare il numero dei positivi – si legge nel post -. Ritengo infatti sia serio farlo nel momento in cui avremo la restituzione di tutti i campioni in corso di accertamento.

Mi rattrista constatare che per qualcuno ancora oggi le REGOLE non abbiano significato. La Polizia Municipale mi ha segnalato il caso di chi ha scavalcato la recinzione per allenarsi nel parco cittadino, o quello di chi pensava di andare avanti con l’attività di ristorazione esponendo un cartello con la scritta “chiuso”, ma continuando a somministrare come se niente fosse.

Appelli, richiami, circolari, decreti non sono bastati. Di fronte a questi comportamenti provo sconforto e sgomento, soprattutto se penso a quei medici, infermieri, operatori e volontari che sono in prima linea e che non si fermano mai per curare noi e i nostri cari a costo di sacrificare le loro stesse vite.

Come posso fare a farvi comprendere che c’è solo un modo per fermare il virus, ed è quello di accettare di cambiare le nostre abitudini? DOBBIAMO RESTARE IN CASA. Anche se è un prezzo impegnativo, vi garantisco che ne varrà la pena. Il virus è altamente contagioso e si nutre di contatti, ci costa tanto uniformarci ai comportamenti restrittivi che ci vengono chiesti? Penso proprio di no.

Un abbraccio grande, buona notte”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza