Messaggio su Facebook

“Non sono morto, sto guarendo”. Carlo Dodi smentisce le voci. “Brindate alla mia salute”

5 aprile 2020

“Ciao ragazzi ma cos’è sta cosa che sono morto… sto benissimo, vedo la luce e fra un po’ di tempo saremo ancora tutti insieme”.

E’ Carlo Dodi, titolare del pub Tuxedo di via Colombo, a scriverlo su Facebook, dopo che nella mattinata di domenica 5 aprile si erano diffuse voci sulla sua morte, sconfitto dal coronavirus, dopo il ricovero avvenuto nelle settimane scorse.

“Non so chi sia che ha messo in circolazione questa bruttissima notizia, ma sicuramente non è un genio, senza rendersi conto delle conseguenze di dolore per la famiglia e amici che può avere – prosegue il post di Dodi, che prosegue con un invito -: vorrei solo che queste persone che l’hanno messa in circolazione si cancellassero dalla mia amicizia”.

E poi, rivolto agli amici – quelli veri – e a quanti sono stati in apprensione per la sua salute: “Forza, allora, tutti insieme facciamo un brindisi alla mia guarigione”.

Dodi, raggiunto al telefono, ha fatto sapere che sta bene ed è in via di guarigione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza