“Ordine, disciplina e tecnologia: così la Cina sta sconfiggendo il virus”

09 Aprile 2020

“Ordine, disciplina e tecnologia”. Secondo Daniele Prandelli, originario di Piacenza e residente a Pechino dal 1995, la Cina sta sconfiggendo così il Coronavirus. L’imprenditore, attivo nel settore del trading, ha vissuto i momenti più difficili della pandemia proprio nel “cuore del mondo” da cui il Covid-19 si è diffuso con prepotenza. “Ora però si sta tornando a una condizione di normalità, certo a livello graduale e con tutte le precauzioni del caso. La ripresa economica è vicina”.

“Dopo 76 giorni di restrizioni, la zona di Wuhan – l’epicentro dei contagi paragonabile a Bergamo – intravede finalmente una vita normale”, spiega Prandelli con grande ottimismo. “L’economia si sta rialzando. Il comparto medicale è in fermento: le imprese di tutto il pianeta sono interessate ad acquistare i dispositivi cinesi per proteggersi”.

IL “GRANDE FRATELLO” CINESE – Prandelli fa un esempio pratico della formula ordine-disciplina-tecnologia: “Da un giorno all’altro, i sistemi informatici hanno installato sui nostri telefonini un’applicazione che registra ogni movimento. Attraverso la geolocalizzazione, quindi, la piattaforma segnala quando due dispositivi – cioè due persone – si trovano a distanza troppo ravvicinata. Nel caso in cui uno di loro abbia l’infezione da Coronavirus, le autorità sanitarie vengono allertate e possono rintracciare facilmente i cittadini che hanno avuto contatti stretti con soggetti positivi nei quindici giorni precedenti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà