Messe aperte dal 18 maggio, Comunione con mascherina e guanti monouso

07 Maggio 2020

Ritorna da lunedì 18 maggio la possibilità di seguire le messe in chiesa. Il via libera è arrivato giovedì 7 grazie alla firma del Protocollo del presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti, del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

“Le misure di sicurezza previste” assicurano che “la ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo avvenga nella maniera più sicura” ha sottolineato Conte che ringrazia la Cei “per il sostegno morale e materiale che sta dando all’intera collettività nazionale”. Soddisfatto il ministro Lamorgese: “E’ un ottimo risultato. Analogo impegno abbiamo assunto anche con le altre Confessioni religiose”. Il cardinale Bassetti ha sottolineato la “profonda collaborazione e sinergia fra il Governo, il comitato tecnico-scientifico e la Cei”.

Nel rispetto della normativa sanitaria disposta per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, il Protocollo indica alcune misure relative all’accesso ai luoghi di culto in occasione di celebrazioni liturgiche; alla igienizzazione dei luoghi e degli oggetti; alle attenzioni da osservare nelle celebrazioni liturgiche e nei sacramenti; alla comunicazione da predisporre per i fedeli, oltre ad alcuni suggerimenti generali.

“Nel predisporre il testo si è puntato a tenere unite le esigenze di tutela della salute pubblica con indicazioni accessibili e fruibili da ogni comunità ecclesiale”, riferisce la Conferenza Episcopale Italiana.

l documento prevede, tra l’altro, che l’accesso alla chiesa sia contingentato e regolato da volontari o collaboratori che, oltre a favorire l’accesso e l’uscita, vigileranno sul numero massimo di presenze consentite. Dovrà essere in ogni modo evitato ogni assembramento, sia nell’edificio, sia nei luoghi annessi, come per esempio le sagrestie e il sagrato. L’accesso ai luoghi di culto per le celebrazioni liturgiche dovrà avvenire indossando mascherine e non è comunque consentito in caso di sintomi influenzali/respiratori. Tutti i luoghi di culto dovranno essere igienizzati regolarmente al termine di ogni celebrazione. Tra le attenzioni da osservare nelle celebrazioni liturgiche, sono previsti il divieto di effettuare lo scambio della pace e di prevedere che la raccolta delle offerte non avvenga durante le celebrazioni, ma in appositi contenitori. Particolare attenzione dovrà essere rivolta alla distribuzione della Comunione avendo cura di offrire l’ostia indossando la mascherina e i guanti monouso, e senza alcun contatto con le mani dei fedeli. Inoltre, nel caso in cui il luogo di culto non sia idoneo alle celebrazioni liturgiche, le celebrazioni potranno avvenire all’aperto.

IL PROTOCOLLO

© Copyright 2021 Editoriale Libertà