Allarme siccità fiume Po

“A giugno portata fino al 42% in meno rispetto alla media stagionale”

26 maggio 2020

“La portata del grande fiume, nelle prossime settimane, a Piacenza potrebbe attestarsi ad una quota fino al 42% al di sotto della media del periodo. Si prospetta uno scenario di media criticità”.

E’ l’allarme lanciato dall’Autorità distrettuale del fiume Po, che sta monitorando l’andamento idrologico nell’intero comprensorio distrettuale, tenuto conto delle mutate condizioni meteorologiche degli ultimi 15 giorni.

“Nel recente periodo esaminato – fanno sapere gli esperti – va evidenziato come le precipitazioni cadute abbiano concesso una temporanea tregua alla scarsità idrica manifestata all’inizio del mese di maggio, dopo quattro mesi di quasi totale assenza di piogge, incrementando i livelli delle portate del fiume Po nelle diverse sezioni considerate. Valutando questi elementi positivi, e potendo contare anche su una buona ricarica delle falde sotterranee, occorre però rilevare che l’arco temporale fino all’11 giugno presenta seri rischi potenziali di crisi anche in relazione all’aumento delle temperature, e al contestuale avvio dell’intensa attività di prelievo stagionale per l’agricoltura”.

Le previsioni distrettuali stimano che, in corrispondenza del prossimo osservatorio permanente sulle crisi idriche (fissato per giovedì 11 giugno), le portate del fiume Po potrebbero attestarsi ad una quota fino al 45% al di sotto della media del periodo. A Piacenza, invece, nelle prime settimane di giugno, lo scarto rispetto alla media potrebbe raggiungere il 42%.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE