Virus in gravidanza: da febbraio 20 donne positive a Piacenza

13 Giugno 2020

Covid e gravidanza. Venti donne su 783 che hanno partorito, da febbraio ad oggi, all’ospedale di Piacenza, sono risultate positive al Coronavirus. L’incidenza è del 2.5%, la più alta in regione. Da quando è scoppiata l’epidemia, il reparto di ostetricia, guidato da Renza Bonini, è stato riorganizzato, tenendo conto delle procedure di sicurezza. “Abbiamo creato ambienti differenziati per le gravide Covid durante tutto il percorso diagnostico fino al parto – spiega Bonini – dal 23 aprile sono scattati i tamponi per tutte”. Anche la dottoressa si è ammalata di Coronavirus: “Sono rimasta a casa un mese e non posso nascondere di aver temuto un peggioramento, per fortuna è andato tutto bene”. La maggior parte delle donne risultate positive è asintomatica. Per il momento gli accessi ai visitatori restano vietati ma non è escluso che, a breve, i papà possano visitare mamma e figlio un’ora al giorno, con presenza scaglionata.

Al momento non sembra che ci sia un rischio per la gravidanza in presenza di Covid però il reparto di ostetricia condurrà uno studio importante per sondare le possibili ripercussioni dell’infezione sul livello placentare ed endoteliale. Bonini rassicura sul fatto che, nel liquido amniotico, nella placenta e nel sangue cordonale, non è stata riscontrata la presenza del virus, anche nei casi di positività delle mamme.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà