Nel Mirino

Dipendenze patologiche nel lockdown: “Pazienti collaborativi e affidabili”

26 giugno 2020

“È normale essere spaventati dal Covid, perché è anomalo e destabilizzante. Ma bisogna potenziare gli strumenti di contrasto, ricorrendo alle proprie abilità interiori”. E qui entrano in azione i professionisti del dipartimento di salute mentale dell’Ausl di Piacenza, tra cui la psicologa del Sert Anna Rita Meduri, referente del percorso terapeutico rivolto ai giovani. La dottoressa è stata ospite dell’ultima puntata di Nel Mirino insieme al responsabile della struttura Antonio Mosti. Il format d’approfondimento di Telelibertà, in onda stasera (26 giugno) in occasione della Giornata mondiale contro la droga, si è occupato dello scontro-incontro fra dipendenze patologiche e pandemia da Coronavirus.

“Per esempio – spiega Mosti – per i soggetti dipendenti dal gioco d’azzardo l’isolamento ha rappresentato un fattore protettivo”, un’occasione per liberarsi dalle cattivi abitudini. “Nell’ambito del Sert – prosegue il dottore – l’emergenza Covid ha fatto saltare ogni pregiudizio sull’inaffidabilità dei pazienti affetti da dipendenze patologiche. Al contrario dell’opinione comune, infatti, queste persone si sono dimostrate consapevoli e collaborative nel proseguire gli iter di cura a distanza”. E la tecnologia si è configurata come una valida (e inaspettata) alleata: “Nei momenti di massima difficoltà – conferma Meduri – gli strumenti digitali hanno aiutato parecchio a mantenere i contatti con i pazienti, i quali hanno attraversato situazioni di solitudine, tensione, difficoltà relazionali con i parenti e complicazione economiche in famiglia. Ma la nostra vicinanza attraverso lo schermo del telefonino ha fatto la differenza”.

Per Mosti l’intervista a Nel Mirino è stata una delle ultime uscite pubbliche in qualità di responsabile del Sert di Piacenza: “Ai miei giovani colleghi lascio un consiglio, quello di mettere la passione in ogni loro azione”.

Le repliche della trasmissione sono in programma sabato 27 giugno alle ore 9 e 17.10 su Telelibertà.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE