Stalking

Oltre duemila messaggi a una tredicenne: giovane condannato a un anno e otto mesi

9 luglio 2020

Ventunenne romeno “stalkerizza” tredicenne sua connazionale con oltre 2mila messaggi. Oggi, 9 luglio, in tribunale a Piacenza, è stato condannato ad un anno e otto mesi, pesa sospesa. L’imputato si è sempre dichiarato innocente. I fatti, costati l’accusa di stalking o atti persecutori all’imputato, erano avvenuti lo scorso anno in città. I due giovani si erano conosciuti e il ventunenne, perdendo letteralmente la testa per la minorenne, l’aveva tempestata con oltre duemila messaggi sul cellulare. La vicenda aveva comprensibilmente creato una certa inquietudine nella ragazza e i suoi famigliari avevano sporto denuncia per quanto accaduto. Il romeno era stato subito sottoposto a divieto di avvicinamento all’abitazione di lei, alla scuola e ai luoghi frequentati dalla tredicenne.

L’avvocato, nella sua arringa difensiva, ha ricordato che la madre della giovane aveva riferito di aver sempre visto tranquilla la figlia e che quindi mancava il presupposto dello stato di agitazione provocato dal reato di stalking. L’avvocato difensore ha inoltre ricordato che la minorenne, quando i rapporti con il ventunenne erano stati interrotti a causa della misura restrittiva di divieto di avvicinamento, era stata proprio lei a contattare sul cellulare il suo assistito. L’alto numero di messaggi e il fatto che l’imputato non perdeva l’occasione per cercare di vedere la ragazzina non lo hanno salvato dalla condanna.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE