Piacenza

Il piantone del municipio non è più un agente: “Si perde un riferimento”

9 agosto 2020

Addio alla storica figura del “piantone” del municipio in piazza Cavalli. Da qualche giorno, gli agenti della polizia municipale di Piacenza non prestano più servizio all’ingresso di palazzo Mercanti. A prendere il loro posto sono stati i dipendenti civili (non armati) di una ditta privata, la Sialia Scarl Srl. “Il ruolo del ‘piantone’ all’entrata del Comune è sempre stato ricoperto da un agente di polizia locale, come punto di riferimento in materia di viabilità, sicurezza, sanzioni e non solo – protesta il consigliere comunale Roberto Colla (Piacenza Oltre) – Mi chiedo, quindi, perché l’amministrazione abbia scelto di sollevare il corpo di via Rogerio da questa funzione. Dal mio punto di vista, nella principale casa istituzionale della città, la presenza delle forze ordine è indispensabile e necessaria”.

Negli ultimi anni, il servizio di “piantone” era svolto dagli agenti Paolo Periti e Fiorenzo Grassi, divise-simbolo di piazza Cavalli: ora il primo è tornato nella centrale operativa, mentre il secondo è passato al nucleo mobile. Gli uffici comunali fanno sapere che la scelta di affidare questa attività a una società privata è dettata dalla volontà di razionalizzare il personale, anche in seguito al pensionamento di diversi commessi comunali. La polizia municipale, oltre a occuparsi dei consueti controlli di sicurezza, continuerà a presidiare l’ingresso del municipio solo al sabato.

LA “LEVATA DI SCUDI” DI DIECI ANNI FA – In queste ore, più di qualcuno ha espresso un forte rammarico per la rimozione degli agenti dalla guardiola di palazzo Mercanti. Già nel 2010, le forze politiche – in maniera bipartisan – si opposero contro l’eventuale trasferimento proprio di Periti dalla portineria di piazza Cavalli, apprezzando i suoi modi di fare, la sua disponibilità e la sua efficienza.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE