Comune di Piacenza

Annullato il Mercato europeo. Vertice tra sindaco e Asl: “Vademecum per gli eventi”

26 agosto 2020

Annullato il Mercato europeo di Piacenza. È quanto stabilito dall’amministrazione comunale, dopo la riunione di stamattina (26 agosto) fra il sindaco Patrizia Barbieri e il direttore generale dell’Asl Luca Baldino. La Giunta ha inoltre deciso di stilare un protocollo ad hoc con l’azienda sanitaria locale per la valutazione dei prossimi eventi pubblici nell’ottica dell’assoluto rispetto delle misure anti-Covid.

Per gli altri appuntamenti in programma in città, si ragiona sull’eventuale conferma del Gola Gola Festival nel fine settimana del 5-6 settembre: non più con stand a cielo aperto in piazza Cavalli, ma con un ciclo di piccole iniziative in location al chiuso, su prenotazione, a rigoroso ingresso contingentato. Ma di certo non c’è ancora nulla.

Il Mercato europeo, invece, non si terrà: le autorità hanno deciso di non concedere l’autorizzazione per la consueta fiera di ambulanti fissata dal 18 al 20 settembre sul Facsal.

“Una decisione ponderata – sottolinea il sindaco insieme all’assessore al commercio Stefano Cavalli – e coerente con la necessità di continuare a garantire alla nostra comunità l’impegno prioritario di tutela della salute pubblica, d’intesa anche con l’Asl. Un evento così partecipato avrebbe comportato, seppure con l’adozione di tutte le misure precauzionali previste, una possibile occasione di rischioso assembramento e non possiamo permetterci di abbassare la guardia davanti a una situazione epidemiologica che presenta ancora criticità. Ringraziamo gli organizzatori per l’atteggiamento sempre propositivo e improntato alla responsabilità, nell’auspicio che il 2021 possa riservarci l’occasione di un’edizione ancor più riuscita e di successo rispetto alle precedenti”.

Nelle scorse ore, inoltre, la società sportiva Lyons ha annunciato l’annullamento della tradizione Festa del rugby sul campo di via Rigolli.

VADEMECUM SANITARIO – Uno strumento tecnico per valutare oggettivamente le richieste di eventi rispetto alle normative in tema di Coronavirus. Il primo cittadino ha richiesto la collaborazione del dipartimento di sanità pubblica nel fornire al Comune una griglia di valutazione utile per considerare tutti gli elementi necessari all’organizzazione di sagre, feste, concerti e spettacoli per mantenere il corretto livello di sicurezza rispetto alle normative anti-Covid.

I professionisti sanitari sono al lavoro per predisporre il documento, che già da domani dovrebbe essere messo a disposizione degli uffici comunali. “L’emergenza sanitaria non è ancora terminata – commenta il sindaco Barbieri – e non possiamo permetterci di sottovalutare in alcun modo la situazione, continuando sempre a richiamare tutti alla responsabilità nei comportamenti personali e al rispetto delle regole quale efficace arma nella lotta alla diffusione del contagio. Come già in altri ambiti, riteniamo doveroso che questa attenzione sia mantenuta anche e soprattutto nell’organizzazione e nella gestione degli eventi e delle manifestazioni. Proprio in quest’ottica, abbiamo definito con l’Asl”.

Il direttore generale Baldino esprime la sua soddisfazione per l’intesa raggiunta: “Sappiamo che non è possibile rinunciare alla realizzazione di eventi che contribuiscono alla crescita culturale della cittadinanza e al rilancio, anche se in forma ridotta, del turismo nella nostra provincia. Ma siamo tutti consapevoli che la situazione epidemiologica in cui ci troviamo non consente di fare passi falsi”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE