Trasporto scolastico

Bus semivuoti e studenti ordinati: “Noi giovani rispettiamo le regole”

14 settembre 2020

Il primo banco di prova, quello del trasporto pubblico, è stato superato. Almeno per oggi. Dall’autostazione di via dei Pisoni al campus scolastico “Raineri Marcora” di Piacenza, il pullman ha viaggiato senza particolari problemi: passeggeri muniti di mascherine, accessi ordinati e zero assembramenti. “Da una parte sono emozionato, dall’altra sono davvero agitato – commenta un ragazzo – come andrà in aula? Riusciremo a rispettare tutte le norme? È una sorta di viaggio verso l’ignoto”. Un altro studente, Simone Perazzi, è fiducioso: “Noi giovani rispettiamo le regole. Andrà tutto bene”.

Va detto, però, che stamattina a salire sui mezzi diretti verso strada Agazzana sono state solo le classi prime: nel primo giorno di ripresa delle lezioni post-Covid, infatti, l’istituto agroalimentare ha accolto esclusivamente i circa trecento nuovi iscritti (nelle sedi di Piacenza, Cortemaggiore e Castel San Giovanni).

REGOLE – Su ogni autobus c’è un cartello con i consigli e le misure anti-Coronavirus da rispettare a bordo: non usare il trasporto pubblico in caso di febbre, tosse o raffreddore, verificare gli orari rimodulati, privilegiare l’acquisto dei biglietti tramite le app digitali, indossare la mascherina, attenersi al distanziamento sociale, igienizzare le mani e non toccarsi il viso.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE