Vittima una piacentina

“Violentò e chiuse in casa la ex compagna”, nigeriano condannato a sette anni

1 ottobre 2020

Quello che doveva essere un incontro pacificatore dopo la burrascosa fine delle storia d’amore, si era trasformato per una ragazza piacentina un vero e proprio incubo: chiusa a chiave in una stanza, malmenata e violentata dell’ex fidanzato nigeriano.
L’uomo è stato condannato in tribunale a Piacenza a sette anni di reclusione, era accusato di violenza sessuale aggravata, stalking (l’unico per cui è stato assolto), lesioni e sequestro di persona.
Dopo la fine della loro storia, durata quattro anni, i due si rincontrarono per provare a riappacificarsi, ma l’incontro finì con la violenza.
Ad accorgersi della violenza e dello stato di choc della figlia furono i genitori, che fecero scattare la denuncia.

La difesa dello straniero aveva chiesto l’assoluzione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE