Passaggio della piena

Piscina della Nino allagata dal Po, Molinaroli: “Sono ottimista, poteva andare peggio”

5 ottobre 2020

Senza particolari emergenze sta passando la piena del Po, che ha comunque imposto la chiusura al transito via Nino Bixio, finita sott’acqua. Un passaggio che non ha fatto registrare registrare particolari criticità. A pagarne le conseguenze più gravi è la società canottieri Nino Bixio, dove l’ondata ha raggiunto la quota sufficiente ad allagare la zona più bassa della società canottieri, riempiendo di acqua torbida la vasca solitamente utilizzata nei periodi freddi da sportivi e corsi di nuoto.

E da vero sportivo il presidente Paolo Molinaroli vede con ottimismo la situazione. “Poteva andare peggio – spiega -. E’ vero che la piena ha raggiunto quella soglia sufficiente ad allagare la piscina interna, ma se fosse stata più alta a finire sott’acqua sarebbero stati anche gli spogliatoi e la segreteria, con danni maggiori. In questo caso, invece, nel giro di qualche giorno dovremmo riuscire a ripristinare la vasca, con una danno economicamente ridotto”.

Nel frattempo il colmo di piena del fiume Po – che nella notte aveva raggiunto a Piacenza i 6.29 metri sullo zero idrometrico, pari al livello 2 di criticità (moderata, di colore arancione, che a Piacenza inizia a m 6) – ha iniziato a calare e i livelli sono già rientrati al di sotto della soglia 2.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE