Dal 12 ottobre

Al via la campagna antinfluenzale, vaccino gratuito dai 60 anni. Boom di richieste

6 ottobre 2020

La novità della campagna vaccinale in partenza è la gratuità già a partire dai 60 anni. Da lunedì 12 ottobre saranno disponibili in Emilia Romagna 1,2 milioni di dosi, il 20 percento in più dello scorso anno. A Piacenza sono destinate 90.100 dosi, 72mila sono già arrivate. Le richieste sono molto più alte rispetto agli anni precedenti, si registra in particolare un boom tra le categorie economiche. Ci sono anche 36mila dosi a disposizione dei privati, a pagamento, nelle farmacie.

PER CHI E’ GRATUITO – Il vaccino è gratuito per i soggetti di età pari o superiore a 60 anni con o senza patologie croniche, donne in gravidanza, il personale sanitario, soggetti tra 6 mesi e 60 anni con patologie croniche, familiari di soggetti a rischio, soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, personale a contatto con animali che possono costituire fonte di infezione da virus influenzali, volontari in ambito sociosanitario, donatori di sangue.

DOVE VACCINARSI – Gli anziani, i malati cronici e i loro familiari si dovranno rivolgere al proprio medico o pediatra di famiglia. Le donne in gravidanza si possono rivolgere al proprio medico curante o al dipartimento di Sanità pubblica. Gli addetti ai servizi essenziali, i donatori di sangue e le altre categorie possono richiedere la vaccinazione gratuita telefonando al numero 0523.1871412, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18. Gli appuntamenti saranno forniti a partire dal 12 ottobre, in un ambulatorio appositamente allestito dall’Igiene pubblica all’Ente Fiera (via Tirotti 11).
Per gli operatori sanitari dell’Ausl, si è predisposto un piano per raggiungere le varie figure professionali all’interno dei servizi, in modo da favorire l’adesione alla vaccinazione.

“Il vaccino è consigliato a tutti – spiega il direttore generale dell’Ausl, Luca Baldino – ma in particolare per le categorie più a rischio anche per Covid, quindi over 60 e chi ha patologie croniche. Oltre ai canali tradizionali, da quest’anno ci saranno anche i box a Piacenza Expo per la vaccinazione. C’è un problema di approvvigionamento perché tutti stanno chiedendo più dosi. Nelle prime settimane la priorità sarà per le categorie a rischio”.

“La paura è che la richiesta superi l’offerta ma questo è anche un auspicio. Faremo in modo di avere un approvvigionamento continuo – spiega Guido Pedrazzini, direttore sanitario dell’Ausl. Lo scorso anno le vaccinazioni effettuate dall’Ausl furono 60mila.

“Il vaccino sarà quadrivalente fino si 75 anni e trivalente adiuvato per gli over 75 o over 65 se affetti da patologie – ha spiegato la dottoressa Maria Grazia Brescia, direttore dell’Unità Operativa Vaccinazioni dell’Ausl. 

I dipendenti dell’Ausl sono 3.600, anche per loro l’Azienda consiglia il vaccino. “Con un team di medico e infermiere – spiega il responsabile sicurezza Franco Pugliese – sensibilizzeremo gli operatori, l’anno scorso in 800 si sono sottoposti alla vaccinazione, quest’anno speriamo siano di più anche in seguito al Covid.

Il comunicato dell’Ausl di Piacenza

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE