Alta Val Trebbia

Crollo Ponte Lenzino: “Ora serve una piazzola notturna per l’elisoccorso”

6 ottobre 2020

La sicurezza sanitaria e la necessità di avere tempestività negli interventi d’urgenza è uno dei temi importanti per i primi cittadini delle aree isolate dal crollo del ponte Lenzino.

“Il periodo di presidio estivo di Croce Rossa è terminato – spiega Mauro Guarnieri, sindaco di Corte Brugnatella – è vorremmo che fosse ripristinato”. Un’altra esigenza, secondo il primo cittadino, è quella di avere una piazzola per l’atterraggio notturno delle eliambulanze in grado di servire le zone più remote della valle”. E considerati i tempi necessari per raggiungere le zone, anche se in volo, il sindaco si spinge oltre: “Servirebbe un’eliambulanza fissa”.

Malumori per quanto riguarda i tempi di realizzazione di un ponte provvisorio, stimati in sei mesi da parte di Anas. Troppi per chi teme l’arrivo dell’inverno e le conseguenze su strade alternative, la provinciale 73 di Lago di competenza della Provincia, e la provinciale 186 di Brallo della Provincia di Pavia.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE