Dal Governo

Bonaccini: venti milioni di euro per la sanità piacentina, altri 10 per il futuro ospedale

16 ottobre 2020

Altri 10 milioni di euro per il nuovo ospedale di Piacenza. Per farne una struttura ancor più innovativa ed ecologica, grazie a interventi di efficientamento energetico (impianto fotovoltaico, coibentazione dei muri esterni, e così via) che le nuove risorse renderanno possibili. E’ l’annuncio del presidente della RegioneEmilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dato in occasione della visita del ministro della Salute Roberto Speranza agli ospedali piacentini.
Risorse che saranno messe a disposizione dal Governo, d’accordo nell’accettare la richiesta dei nuovi fondi arrivata dalla Regione. Un via libera che andrà così ad aumentare il pacchetto di 20 milioni stanziati solo poche settimane fa dall’esecutivo per il futuro nosocomio – un investimento da oltre 156 milioni di euro –, incremento che dovrà essere ratificato in Conferenza Stato-Regioni così come avvenuto per i fondi precedenti.

La visita è stata anche l’occasione per fare il punto sul programma di interventi, definiti assieme agli amministratori locali, che riguarderanno il potenziamento della rete sanitaria provinciale: piccoli ospedali, Case della salute, nuove tecnologie. Lavori la cui copertura finanziaria è data dai 20 milioni garantiti dal Governo a inizio settembre, che permettono alla Regione di stornare una cifra di pari importo dal progetto del nuovo Ospedale del capoluogo emiliano a favore, appunto, dei servizi territoriali, per potenziare i servizi a favore di cittadini e utenti. In un’area che è stata la più colpita dalla pandemia in Emilia-Romagna.

Gli interventi da 20 milioni per la rete sanitaria piacentina
Questi alcuni tra gli interventi più significativi che saranno realizzati con i 20 milioni di euro a favore della rete sanitaria provinciale, a partire dagli ospedali minori e dai servizi territoriali.

Tre milioni di euro sono destinati alla realizzazione del nuovo Pronto soccorso dell’ospedale di Castel San Giovanni.

1,5 milioni di euro serviranno a completare la parte a rustico della Casa della Salute di Fiorenzuola d’Arda (ex Municipio), mentre 1 milione verrà utilizzato per investimenti in tecnologie biomediche per l’apertura del Blocco B dell’ospedale, sempre di Fiorenzuola.

3,2 milioni di euro serviranno per l’ampliamento e il potenziamento dell’ospedale di Bobbio, con la creazione anche del nuovo parcheggio.

E ancora, 1 milione sarà utilizzato dall’Azienda Usl per lo sviluppo della telemedicina e la dotazione tecnologica a livello territoriale.

I rimanenti 10,3 milioni di euro sono destinati all’attuale ospedale di Piacenza, per ammodernarlo e riqualificarlo in attesa della costruzione del nuovo nosocomio.

Completa il quadro della sanità piacentina un’altra serie di interventi – già finanziati, con risorse statali e regionali – dal valore complessivo di 35,6 milioni di euro. È già stato avviato l’adeguamento strutturale e il rinnovo funzionale del Blocco B dell’ospedale di Fiorenzuola d’Arda (11,5 milioni di euro). Gli altri lavori (dalla nuova Casa della Salute di Lugagnano a quella di Bettola, al Centro Paralimpico di Villanova sull’Arda) sono a diversi livelli di progettazione.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE