I piacentini Maestri e Moresi Cavalieri della Repubblica. Le dediche ai farmacisti e al 118

20 Ottobre 2020

Una trasferta romana che non dimenticheranno mai. I piacentini Giuseppe Maestri e Giovanni Moresi hanno ricevuto questa mattina, martedì 20 ottobre, le onorificenze di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana al Quirinale davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Giuseppe Maestri nel periodo della pandemia si è recato ogni giorno a Codogno, epicentro iniziale del Covid, per tenere aperta la farmacia di cui è socio mentre Giovanni Moresi è autista soccorritore del 118, autore di un video che ha mostrato l’attività svolta in quel periodo in cui le sirene delle ambulanze scandivano le giornate.

La cerimonia al Quirinale è stata condizionata dalle normative antiCovid: distanza, mascherina e niente stretta di mano, e dalle esigenze televisive. Evenienze che comunque non hanno impedito ai premiati di scambiare due parole con il Capo dello Stato.

Giovanni Moresi – “E’ stato tutto molto veloce perché era necessario rispettare i tempi della cerimonia. Mi ha ringraziato per il lavoro svolto e ha detto che l’attività del 118 è fondamentale. Io ho portato i saluti e l’abbraccio di tutta Piacenza, lui mi ha ringraziato” commenta dal treno del ritorno ancora emozionato Giovanni Moresi. “Io ho ricevuto il premio a nome di tutto il mio 118 che ringrazio e al quale dedico questa onorificenza”.

Giuseppe Maestri – Giuseppe Maestri dedica l’onorificenza a tutti i farmacisti italiani. “Il nostro ruolo è stato determinante, soprattutto in quel periodo c’era bisogno di un presidio sanitario oltre all’ospedale e noi siamo stati in prima linea – racconta il farmacista -. Il presidente Mattarella aveva la mascherina ma sorrideva con gli occhi e ha ringraziato tutti i farmacisti. Io ringrazio i miei colleghi della farmacia di Codogno e tutta la categoria”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà