Comitato ordine e sicurezza

Il Prefetto: “Vigilare su infiltrazioni estremiste alle manifestazioni”

27 ottobre 2020

L’azione di monitoraggio e controllo del settore dei pubblici appalti di lavori e forniture, con gli strumenti messi a disposizione dalla vigente normativa antimafia anche con accessi interforze nei cantieri, è stata uno dei temi della riunione del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Daniela Lupo, alla quale erano presenti il Procuratore della Repubblica, Grazia Pradella, il Sindaco di Piacenza e Presidente della Provincia, il Questore, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Direttore Sanitario dell’Azienda USL, il Dirigente Scolastico Provinciale nonché i componenti del Gruppo Interforze Antimafia.

Particolare attenzione sarà dedicata ai procedimenti per ottenere finanziamenti, grazie alla sinergia interistituzionale con il mondo bancario e le associazioni di categoria.

Sul territorio sono già operativi 19 protocolli per la legalità sottoscritti con le amministrazioni pubbliche e con l’Azienda USL, con l’obiettivo di rendere più stringente l’attività di controllo con una sensibile diminuzione delle soglie di valore a 150 mila euro per gli appalti di opere e lavori e a 50 mila per tutti i subappalti, oltre alla istituzione di una soglia di valore di 100 mila euro (ulteriormente ridotta a 80 mila euro con l’Azienda U.S.L.) per le forniture di beni e servizi.

Il Prefetto ha anche richiamato l’attenzione sulla necessità di vigilare sulle manifestazioni che rischiano di degenerare a causa di possibili infiltrazioni di soggetti estremisti, invitando i sindaci alla mediazione e all’ascolto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE