Nevicata in montagna, alcune frazioni senza luce. Fiocchi anche a Piacenza

02 Dicembre 2020

Risveglio imbiancato per il territorio piacentino. La nevicata prevista è arrivata puntuale e ha coperto l’area montana fino a superare i 30 centimetri sulle alture. A seicento metri di altitudine, il livello di coltre bianca si è assestato a circa 15/20 centimetri. In pianura i tetti sono innevati ma le strade sono libere. La precipitazione nevosa è arrivata anche a Piacenza. In mattinata la neve ha continuato a scendere, a tratti in modo copioso. In alcuni comuni di montagna si è alzato il vento. In generale non si registrano particolari criticità sulle vie di comunicazione. Gli spartineve e spargisale hanno lavorato e continuano a farlo per consentire spostamenti regolari.

ALCUNI DISAGI – Nel Comune di Ferriere le frazioni di Tornarezza e Colla hanno avuto alcuni problemi legati all’energia elettrica ma i tecnici sono al lavoro per il ripristino. Alcuni studenti in montagna hanno segnalato qualche difficoltà legata alla connessione per la didattica a distanza. Al 118 sono arrivate diverse chiamate per persone cadute sulla neve ma nessun caso si è rivelato grave.

PROVERBIO E PREVISIONI – Molti anziani oggi, 2 dicembre, ricordano una curiosità, un antico proverbio legato al santo del giorno recita: “Santa Bibiana 40 giorni e una settimana”, ovvero il meteo della giornata di oggi fornirebbe un’indicazione climatica sul periodo invernale. Ovviamente non esiste una regola vera e propria. Intanto, in base alle previsioni Meteovalnure.it fornite da Vittorio Marzio, domani pomeriggio, 3 dicembre, è prevista una tregua ma da venerdì la neve tornerà a cadere in montagna e in quota oltre i mille metri si aggiungeranno altri 30 centimetri che porteranno il livello totale a oltre 60 centimetri di neve.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà