Rette agevolate per asili nido, in città slitta la consegna dell’Isee

07 Dicembre 2020

Rinviato al 31 dicembre il termine per la presentazione dell’Isee nell’ambito delle rette agevolate degli asili nido e del servizio Edugate nel Comune di Piacenza. Lo ha stabilito il consiglio comunale nella seduta di oggi (7 dicembre), riunito in collegamento a distanza, allo scopo di dare una boccata d’ossigeno alle famiglie “alla fine di un anno così complesso – ha motivato l’assessore al welfare Federica Sgorbati – segnato da una serie di disagi che tuttora proseguono”. Per ottenere la riduzione delle tariffe, infatti, gli iscritti ai servizi per l’infanzia da zero a sei anni avrebbero dovuto presentare la certificazione Isee entro il 31 agosto, ma gli uffici tecnici hanno rilevato diversi ritardi (circa per una trentina di famiglie). “Modificando la data ultima di presentazione dell’Isee – ha proseguito Sgorbati – si evita di imporre la retta piena di 529 euro a chi si trova in difficoltà economica”.

CANILE IN “PRESTITO” – Un euro all’anno per ogni abitante e quattro euro al giorno per ciascun animale: a tanto ammonta la quota versata dai comuni della provincia che si affidano al canile municipale di Piacenza. Da gennaio ad oggi, palazzo Mercanti ha già incassato 59.800 euro per la custodia di cani provenienti da altre località del nostro territorio, fuori dai confini del capoluogo. Il dato lo ha comunicato il vicesindaco Elena Baio, presentando lo schema di convenzione che ha ottenuto il via libera dal “parlamentino” cittadino. “Un documento – ha illustrato – che, in compenso, prevede l’obbligo di prevenire il randagismo da parte dei comuni che utilizzano il nostro canile”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà