“Vaccino, un passo avanti verso una vita normale”. La testimonianza di Michele Bubolo

06 Febbraio 2021

“So bene che il problema del Covid non viene eliminato ma penso che, se tutti ci vaccineremo, avremo fatto un importante passo avanti per uscire da questa situazione di angoscia e di restrizioni personali”.

E’ solo una parte della lettera che Michele Bubolo, volontario della Pubblica Assistenza “Valtrebbia” di Travo e consigliere comunale, ha inviato alla redazione di Liberta.it per raccontare la sua esperienza, che in qualità di operatore del soccorso lo ha portato ad effettuare il percorso di vaccinazione anti Covid-19.

“Sento spesso nel mio paese affermazioni di preoccupazione circa la validità e le possibili conseguenze negative del vaccino. Voglio rassicurare la cittadinanza sul fatto che non ho avuto alcun effetto indesiderato né alcun tipo di problema. Come me anche gli altri militi della Associazione non hanno riferito nessuna vera problematica. Anzi, essermi vaccinato mi consente di stare in relazione con gli altri in modo sereno”.

“Per questo mi sento, all’inizio di quella che si annuncia come la più grande operazione di vaccinazione del nostro Paese, di invitare tutti ad aver fiducia nelle indicazioni dell’Autorità sanitaria e di vaccinarsi con tranquillità – conclude Bubolo -. Solo così potremo tornare il prima possibile a una vita normale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà