Cyberbullismo, il corto dei ragazzi: “Le parole fanno più male delle botte”

11 Febbraio 2021

Gli alunni delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di Pianello dicono no al bullismo e al cyberbullismo. Lo fanno con un cortometraggio a cui hanno lavorato oltre un centinaio di giovanissimi. “Il bullismo lo conosciamo come violenza fisica – raccontano i ragazzi protagonisti dell’iniziativa – ma le parole possono fare ancora più male delle botte. Le parole feriscono dentro e anche se le persone guariscono poi restano le cicatrici”. “Diciamo no con forza al bullismo e al cyberbullismo – dice la dirigente del Comprensivo di Pianello – e a tutte le forme di violenza fisiche e verbali”.

L’ARTICOLO COMPLETO DI MARIANGELA MILANI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà