Gam Raccordi si trasferisce, sindacati: “Doccia fredda per 95 lavoratori”

23 Marzo 2021

Doccia fredda per 95 lavoratori della Gam Raccordi di Gazzola. I sindacati fanno sapere che la società verrà acquisita dalla Piana di Stradella e lo stabilimento sarà trasferito a partire dal 12 aprile. Un processo che, secondo le intenzioni della proprietà, dovrebbe concludersi entro luglio. “L’operazione è il sintomo di una situazione di crisi che sta attraversando l’intero settore della raccorderia e avrà ripercussioni pesanti sulla vita dei dipendenti, costretti a lunghi spostamenti per raggiungere i luogo di lavoro”- denunciano i sindacati dei metalmeccanici.

“Un impoverimento per il territorio piacentino e un cambiamento di vita radicale per i lavoratori, alcuni dei quali vivono già lontano dalla fabbrica, per esempio a Marsaglia e Bobbio” –  afferma Marco Carini, segretario di Fiom Cgil. “Siamo allibiti per il metodo utilizzato dall’azienda – dice Gigi Bernazzani di Fim Cisl -. Un cambiamento di questo tipo andava preparato un po’ meglio, invece è stato annunciato all’ultimo, pur nel rispetto della procedura prevista per legge”. L’auspicio è trovare la disponibilità da parte dell’azienda di attenuare il più possibili i disagi dei dipendenti. “Certe notizie destabilizzano la vita delle persone”, dichiara Andrea Cignatta. Le parti si incontreranno lunedì prossimo, 29 marzo, per avviare un confronto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà