Gli auguri di Pasqua del vescovo Cevolotto: “Che sia la resurrezione di tutti”

02 Aprile 2021

“Dopo il venerdì di passione e di morte c’è il silenzio del sabato ma poi irrompe la novità della domenica di Pasqua, domenica di resurrezione. Posso invitare tutti ad alzare lo sguardo, a lasciare ogni luogo di morte e rassegnazione. E a guardare Gesù che ha introdotto principio di resurrezione nella storia dell’umanità. Non sappiamo chi e come, ma ogni masso che oggi ci schiaccia e chiude nei nostri sepolcri viene rotolato via. C’è una Pasqua di resurrezione per tutti. Questa è la nostra speranza, buona Pasqua. Il signore è veramente risorto”.

E’ il messaggio che il vescovo della Diocesi di Piacenza-Bobbio, monsignor Adriano Cevolotto, ha rivolto questa mattina (2 aprile) a tutti i piacentini. Un invito a “uscire da ogni situazione che in qualche modo può essere identificata con il venerdì di morte e di passione, per sfociare nella Pasqua, che è la resurrezione. Ciò dipenderà anche dalla nostra audacia, dalla volontà di uscire dai nostri luoghi di rassegnazione, perché il signore ci assicura che lui apre qualcosa di impensabile e imprevedibile che già con la resurrezione di Gesù è stata avviata”.

In mattinata, Cevolotto ha fatto visita all’Hospice di Piacenza per rivolgere ai pazienti i suoi auguri di buona Pasqua. Questa sera, invece, alle 20.30 il vescovo presiederà la Via Crucis in cattedrale.

IL SERVIZIO DI MARCELLO TASSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà