Colpo di coda dell’inverno, temperature in picchiata e gelate. Danni da vento

06 Aprile 2021

Il colpo di coda dell’inverno è arrivato. La massa d’aria artica che da est ha iniziato ad investire il nord Italia dal pomeriggio di martedì 6 marzo è arrivata sulla pianura Padana e sul Piacentino, provocando un repentino calo delle temperature. Folate che si protrarranno fino alla serata e che scontrandosi con masse d’aria umida di phoen possono generare fenomeni temporaleschi con precipitazioni anche gelate.

Il vento impetuoso ha anche provocato alcuni danni: in via Radini Tedeschi un albero è caduto su un’auto danneggiandola seriamente. I vigili del fuoco sono stati impegnati in alcuni interventi per rami pericolanti.

Il meteo migliorerà nella serata e l’indebolimento del vento porterà allo stazionamento della massa d’aria fredda, con conseguente abbassamento delle temperature massime – che non supereranno i 12 °C – e minime, che si attesteranno attorno allo zero, con puntate anche sotto lo zero e rischio gelate in aperta campagna.

“Una condizione non frequente che incuriosisce i meteorologi” racconta Vittorio Marzio di MeteoValnure.it, il quale spiega che “venerdì ci sarà un innalzamento delle temperature con tempo instabile e probabili piogge. Una instabilità che perdurerà per tutti il week-end”.

“Stiamo assistendo a una evoluzione del meteo e delle temperature anomala – conclude l’esperto -: la settimana scorsa il termometro ha toccato picchi superiori anche di 12 gradi alle medie di stagione, mentre ora le massime saranno inferiori di 7 gradi ai valori di norma. Sbalzi di temperatura che potrebbero avere conseguenze sulle colture, indotte alla fioritura anticipata dal caldo degli giorni scorsi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà