Tenta la “truffa dello specchietto” ai danni di un anziano: 32enne denunciato

12 Aprile 2021

Sabato scorso, 10 aprile, i carabinieri della stazione di San Giorgio hanno denunciato  un 32enne residente a Milano, con precedenti penali specifici, per tentata truffa ai danni di un automobilista di 78 anni di San Polo.

Il 32enne ha tentato di perpetrare una truffa meglio nota come “la truffa dello specchietto”.

L’anziano pensionato, alla guida della sua auto, di ritorno da Piacenza (dove aveva appena fatto spesa al supermercato) è stato fermato nei pressi della sua abitazione a San Polo di Podenzano dal giovane che viaggiava a bordo di una Fiat Punto, e da questi accusato di essere responsabile del danneggiamento dello specchietto della sua auto.

In questi casi i truffatori simulano un urto tra il loro mezzo e quello di un ignaro conducente, costringendo quest’ultimo a fermarsi. Poi cercano di convincere il malcapitato di aver effettuato una manovra scorretta o comunque errata, che avrebbe causato il danneggiamento del loro veicolo, spesso lamentando la rottura di uno degli specchietti retrovisori. Quindi propongono di risolvere la questione senza fare denuncia dell’accaduto, quantificando il danno a “ribasso” e proponendo di accordarsi per il pagamento immediato in contanti per l’asserito, ma di fatto inesistente danneggiamento.

Questa volta però l’anziano ha compreso che il 32enne voleva raggirarlo: per riparare il danno il malvivente gli ha chiesto 65 euro, rifiutandosi poi di accettare l’offerta di 30 euro rilanciata dal 78enne, il quale però ha al tempo stesso invitato la moglie a fare una foto dell’auto e a chiamare i carabinieri. Il 32enne milanese, sentendosi scoperto, si è allontanato.

Le immediate indagini condotte dai militari hanno quindi permesso di accertare che non vi era stato alcun incidente o urto e, con l’ausilio della telecamera di rilevamento targhe posizionata all’ingresso del paese, i carabinieri sono risaliti all’auto del 32enne. Una volta identificato, il giovane è stato denunciato per tentata truffa. Già in passato infatti, più precisamente nell’ottobre del 2019, era già stato denunciato per un episodio analogo (truffa dello specchietto) dai carabinieri di Borgosesia (Vercelli). 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà