Vaccini anti-Covid, ritardi nelle consegne: “Richiamo di Pfizer slitta di due settimane”

13 Aprile 2021

I ritardi nelle consegne di nuove dosi continuano a “inceppare” la macchina delle vaccinazioni anti-Covid. Tanto che a Piacenza i richiami già fissati con Pfizer per 2.300 persone la prossima settimana “saranno posticipati di 14 giorni, gli avvisi arriveranno tramite sms o telefonate”, come comunicato oggi (13 aprile) dal direttore generale dell’Ausl Luca Baldino. Nonostante queste difficoltà, “il contesto locale vanta un’incidenza di cittadini vaccinati pari al 19,6 per cento, sopra la media nazionale del 18 per cento”, rimarca il vertice dell’azienda sanitaria locale. “La copertura delle fasce più vulnerabili è soddisfacente – aggiunge – l’utenza sta recuperando fiducia nei confronti di AstraZeneca, non a caso la fetta degli anziani tra i 75 e i 79 anni da convincere a vaccinarsi è passata dal 45 al 25 per cento. Le iniezioni agli over 80 saranno concluse tra domani e giovedì, fatta eccezione per i soggetti da raggiungere a domicilio. In media, l’Ausl di Piacenza sta effettuando 1.500 somministrazioni al giorno”.

VACCINI SERALI – “Giovedì scorso – ricorda il direttore generale – abbiamo attivato le vaccinazioni in fascia serale, fino a mezzanotte, nella sede dell’ex arsenale di viale Malta, tuttavia su trecento posti disponibili solo 54 cittadini hanno accettato l’appuntamento. È un riscontro deludente, probabilmente questa modalità sarà più utile per coinvolgere i lavoratori”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà