Bilancio 2020, otto milioni di avanzo. “Abbreviati i tempi di pagamento ai fornitori”

15 Aprile 2021

Approvato lo schema di rendiconto del bilancio 2020 del Comune di Piacenza: dopo il via libera della giunta Barbieri, il documento sarà sottoposto al voto del consiglio. Il bilancio chiude con un avanzo disponibile di 7.975.085,66 euro, mentre il conto economico chiude con un utile di 598.960,63 euro; il patrimonio netto è pari a € 600.734.125,02. Il saldo di cassa al 31 dicembre 2020 è pari a 63.910.841,87 euro. Contemporaneamente, i tempi di pagamento rispetto alle scadenze concordate con i fornitori (30/60 giorni) sono stati abbreviati di 8,8 giorni.

“Il 2020 è stato influenzato dall’epidemia da Covid-19 che ha portato ad una significativa riformulazione delle previsioni iniziali, sono infatti calate le entrate tributarie e i proventi dei servizi”, si legge in una nota del Comune. Per quanto riguarda le spese, gli impegni di parte corrente (al netto delle spese vincolate) sono stati pari a 84.782.761,09 euro, mentre gli impegni in conto capitale oltre al Fondo pluriennale vincolato sono stati pari a euro 28.901.000.

A queste spese si aggiungono il rimborso dei prestiti, le partite di giro e il fondo pluriennale vincolato. Sono diminuite le spese per il personale a seguito della flessione del numero dei dipendenti comunali da 585 unità a 556. Le spese di rappresentanza sono state contenute in 1.991,86 euro e riguardano cerimonie, commemorazioni, solennità e incontri istituzionali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà