Anche l’analisi del Dna conferma: il corpo ritrovato in Po è Stefano Barilli

24 Aprile 2021

L’analisi del Dna ha confermato che il corpo senza vita riaffiorato sabato scorso dalle acque del Po è di Stefano Barilli. Il test è stato eseguito sul cadavere rinvenuto senza testa e come ipotizzato fin dal ritrovamento, si tratta del 23enne che era scomparso dalla sua abitazione di Piacenza l’8 febbraio scorso.
La certezza è arrivata in seguito alla comparazione con il Dna della madre del giovane. La donna aveva già riconosciuto il figlio all’Istituto di Medicina legale di Pavia.

La Procura di Lodi aveva aperto un fascicolo contro ignoti per istigazione al suicidio.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà